File x Stampa

lm-studios-zenaverde-genoa-bike-tour-biciclette-genova-viral-seo-sem-smo-grafica-video-film-foto-marketing-musica-10

Oggi vi spiego come preparare un file per la stampa.

Per preparare un file per la stampa, partendo da un originale digitale a colori ad alta definizione è necessario seguire alcuni accorgimenti:

1. Caratteristiche tecniche del file per la stampa

Il file dovrà  avere risoluzione massima 300 dpi (anche nel caso di una scansione).

Salvare il file in CMYK (da Photoshop: Converti in profilo). Qui dipende dal fornitore/tipografica che scegliete, ma vi assicuro che i file in quadricroma rendono più l’ide di come usciranno i colori nella fase finale (cartacea).

Se possibile, conservare il file a 16 bit in formato tiff, psd, eps. Assicurarsi che la dimensione dell’immagine sia corretta.

PhotoshopResolution-300DPI-z2.jpg

2. Font vettoriali

Tracciare i testi prima di mandare qualcosa in stampa è una buona abitudine. E’ oppurtuno che se il file di origine è stato creto in InDesign (o in altri programmi di Adobe Creative), il testo deve essere tutto trasformato in tracciato.

Cosa vuol dire tracciare un testo?

Significa trasformare le singole lettere in forme (disegni) vettoriali, privando il carattere della sua identità di font. Quando verrà generato il pdf esecutivo per la stampa, non conterrà alcun font incorporato e i testi non saranno neanche selezionabili perché non sono più testi, ma forme vettoriali.

Senza titolo-1.jpg

3. Margini e abbondanze

Tutti i file per la stampa necessitano di un margine di abbondanza (o di sicurezza) che eccede dal formato stampa e che verrà eliminato nel rifilo. Prima di consegnare l’impianto per la stampa, controlla di aver inserito le abbondanze corrette (3 mm per lato).

La linea di taglio è quella linea immaginaria (da non inserire) che si trova in corrispondenza dei crocini di stampa e che verrà eliminata durante il rifilo. Per evitare che vengano tagliati testo e immagini importanti, controlla sempre che il tuo file impaginato stia all’interno dei crocini quanto basta (almeno 4 mm dalla linea di taglio), i cosiddetti margini.

abbondanze-margini-di-stampa.jpg

3. e infine…

Procedete al salvataggio, preferibilmente, in formato PDF, tenendo conto anche di inserire i cocini di taglio (facoltativo a second della tipografica).

BV_28sett17.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...